Binance contro tutti: l’exchange preso di mira da class action e restrizioni governative

Gabriele Stentella

9 Luglio 2021 - 09:04

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il più grande exchange di criptovalute al mondo si trova sotto il fuoco incrociato degli investitori e delle autorità governative. Cosa sta succedendo a Biannce?

Binance contro tutti: l'exchange preso di mira da class action e restrizioni governative

Sembra che ci siano nuovi guai in vista per Binance, la prima piattaforma di trading di criptovalute per volumi mondiali, che ora potrebbe vedersi stretta tra l’incudine delle class action e il martello delle regolamentazioni degli USA.

Già nel Regno Unito l’exchange era stato duramente colpito dal divieto di offrire al pubblico qualsiasi attività finanziaria regolamentata, portando la Binance Markets Ltd (la società britannica di Binance) a dover ridimensionare di molto il proprio giro d’affari e le proprie attività. Inoltre, notizie di ieri, la banca britannica Barclays sembra aver bloccato ogni pagamenti dei suoi correntisti verso la piattaforma di trading.

Come ne uscirà Binance dalle nuove sfide che lo attendono? Quale peso avranno queste notizie sull’andamento del Binance Coin?

Tutti contro Binance: cosa sta realmente succedendo?

Come premesso nell’introduzione, su Binance penderebbero una serie di class action promosse a livello europeo e internazionale.

Gli investitori recriminerebbero alla piattaforma una serie di malfunzionamenti e anomalie riscontrate nel corso delle operazioni di trading su criptovaluta. Come se non bastasse, gli investitori sostengono anche che Binance non avrebbe rispettato le normative vigenti relative all’offerta verso il pubblico di strumenti finanziari derivanti da criptovalute. Per il momento dalla parte degli investitori si è schierato anche Swiss Blockchain Consortium.

Sul fronte delle regolamentazioni invece la piattaforma è sul punto di essere colpita da importanti piani normativi negli USA, senza contare le investigazioni aperta in Canada, Isole Cayman, Thailandia e Giappone. Binance accusa inoltre alcune autorità o istituti di credito - come la già citata Barclays - di aver disposto restrizioni prive di solide fondamenta giuridiche e di essersela presa anche con la piattaforma principale qualora essa non fosse strettamente collegata con le società colpite dalle strette.

Paradossalmente, è stato proprio il CEO di Binance Zhao Changpeng una delle personalità del mondo cripto ad augurarsi più di altri una futura regolamentazione del settore. E proprio Zhao si dice ancora sostenitore delle regolamentazioni, a prescindere dai recenti sviluppi.

Gli effetti sul Binance Coin

Per il momento gli effetti nefasti di queste ultime notizie sulle quotazioni del Binance Coin tardano a manifestarsi. La criptovaluta legata all’exchange è infatti in lieve rialzo (dato delle ore 9:00) dello 0,04%, dopo aver toccato un primo picco giornaliero nella notte.

Al momento ogni Binance Coin vale poco meno di 310$. Su base settimanale mantiene una variazione positiva dell’8%, ma su base mensile il prezzo della criptovaluta continua a mantenersi al ribasso del 17%.

Ricordiamo che Binance Coin è al momento la quarta criptovaluta per capitalizzazione dietro Tether, Ethereum e Bitcoin.

CAMBIO EURO/FRANCO SVIZZERO

-

-

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.