Ordini al take away, mangi e l’imballo lo spedisci con la Posta. Partito il test svizzero

Laura Bordoli

06/04/2022

06/04/2022 - 16:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Con l’App di reCIRCLE, gli imballaggi riutilizzabili possono essere presi in prestito gratuitamente per sette giorni e senza pagare alcun deposito. Per ora attività test a Berna, Basilea, Zurigo, Ginevra e Losanna.

Ordini al take away, mangi e l'imballo lo spedisci con la Posta. Partito il test svizzero

Secondo reCIRCLE - società specializzata negli imballaggi monouso - in Svizzera, l’offerta di take away e servizi di consegna è immensa. Soprattutto in questi ultimi due anni di pandemia, il mercato che ruota attorno alla consegna di pasti a domicilio è cresciuto di ben il 65%.
Oggi, in cinque città svizzere (Berna, Basilea, Zurigo, Ginevra e Losanna) è possibile assaporare cibi e bevande da asporto senza produrre rifiuti e senza pagare alcun deposito.
Grazie all’App e agli imballaggi riutilizzabili reCIRCLE, disponibili nelle strutture partner.
Il primo servizio che ha aperto la strada è stata l’azienda Schnellerteller di Berna che, con la nuova funzione di presa in prestito, offerta attraverso l’App reCIRCLE, consegna i pasti in imballaggi riutilizzabili, senza chiedere il versamento di alcun deposito.
La novità è che ora, in collaborazione con La Posta Svizzera, si sta testando addirittura un sistema di restituzione dei piatti e coperchi tramite la posta.

Pronta consegna in contenitori riutilizzabili

Con il lancio dell’App, l’obiettivo è che l’idea di un imballaggio take away senza deposito si trasformi in una realtà concreta, invogliando così sempre più persone a consumare i propri pasti in contenitori riutilizzabili, a beneficio dell’ambiente.
Gli imballaggi reCIRCLE possono essere presi in prestito gratuitamente per sette giorni e anche la restituzione del contenitore utilizzato avviene in tutta facilità.
In particolare, tutti i ristoranti che hanno aderito a reCIRCLE utilizzano l’App gratuitamente e permettono alla clientela di accedere senza deposito al sistema di imballaggi riutilizzabili.
«I consumatori apprezzano l’idea di non avere più montagne di rifiuti da smaltire dopo un pasto take away”, ha commentato Jeannette Morath, CEO di reCIRCLE. "Inoltre, per le strutture stesse, dire basta a piatti e stoviglie usa e getta apporta un bel risparmio", ha concluso così il CEO.

Fase pilota con Schnellerteller e La Posta Svizzera

A Berna, la città in cui reCIRCLE ha visto la luce, il sistema è ora in fase di test in collaborazione con il servizio di consegna Schnellerteller.
Alcuni ristoranti selezionati hanno infatti aderito al progetto e offrono ai propri clienti la possibilità di consumare i pasti senza produrre rifiuti. I cibi sono consegnati nelle reCIRCLE BOX, contenitori riutilizzabili prodotti in Svizzera. I recipienti possono essere utilizzati senza bisogno di versare alcun deposito, purché siano riconsegnati entro un massimo di sette giorni.
In aggiunta, per offrire un servizio di restituzione ancora più pratico, La Posta Svizzera sta testando presso l’utenza la possibilità di riconsegnare i recipienti utilizzati tramite lo scomparto di deposito della cassetta delle lettere.
Funziona così: chi desidera restituire in tutta comodità la propria BOX può semplicemente riporla, dopo averla risciacquata, nello scomparto di deposito della propria cassetta delle lettere, entro le 7 di mattina del giorno successivo. La Posta Svizzera si incarica di raccogliere i contenitori, riportarli al centro logistico di lavaggio, da dove saranno poi ridistribuiti ai ristoranti.
A fine maggio 2022 si farà il punto della situazione, valutando i risultati raccolti in questa fase pilota. L’obiettivo è quello di permettere all’utenza di ordinare i pasti in imballaggi reCIRCLE, tramite tutti i servizi di consegna, senza bisogno di pagare un deposito e fruendo di un comodo servizio di ritiro. Ciò su tutto il territorio nazionale.