Litecoin: una fake news lo spinge a +35% in pochi minuti

Gabriele Stentella

14/09/2021

14/09/2021 - 08:59

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ieri il Litecoin è stato spinto in alto negli scambi grazie alla notizia della partnership con una grande catena di supermercati. Purtroppo si è trattato di una fake news, ma cos’è successo di preciso?

Nel mondo delle criptovalute è molto facile imbattersi in fake news riguardanti le principali altcoins, specie se si tratta di notizie riguardanti la possibile adozione da parte di grandi società.

Fino a pochi anni fa quasi nessuno avrebbe reputato attendibile la notizia della partnership tra una grande realtà economica e una criptovaluta, ma la cronaca di tutto i giorni ci ha ormai abituato al contrario. Da paypal a shop.com, sono infatti molte le aziende che hanno messo a disposizione dei propri clienti i pagamenti in criptovaluta o la possibilità di detenere dei token sul proprio conto. Questo ha contribuito a rivestire di credibilità potenziale qualsiasi notizia.

Nella giornata di ieri la notizia diffusa sul web riguardo l’introduzione di Litecoin tra i metodi di pagamento messi a disposizione da una catena di supermercati è bastata a spingere in alto le quotazioni. Ma la verità era un’altra.

Litecoin: scambi alimentati da una fake news

Nella giornata di ieri sul portale USA GlobeNewswire era comparsa una notizia che nel giro di pochi minuti aveva contribuito a gonfiare le quotazioni del Litecoin fino al 35%. In base a quanto riportato, la grande catena di supermercati USA Walmart stava valutando l’adozione del Litecoin come metodo di pagamento alternativo per la proprie clientela.

Fondata nel 1962 nello stato dell’Arkansas, Walmart detiene un duplice importante primato: infatti non è solo la prima catena di supermercati negli USA, bensì anche la più grande catena di supermercati a livello mondiale. Nel 2020 l’utile della società aveva sfiorato i 15 Miliardi di Dollari USA.

Anche se non verificata, questa notizia era bastata a seminare l’euforia tra gli investitori. In pochi minuti Litecoin era passato dai 175$ agli oltre 231$, per poi rintracciare di colpo di poco sotto i 182$.

Verso il pomeriggio è arrivata la secca smentita da parte dei vertici di Walmart, i quali hanno aggiunto di non conoscere nemmeno Litecoin né la sua tecnologia. Si è dunque trattato solamente di una clamorosa fake news creata ad arte forse proprio per favorire il rally della criptovalute, sebbene non si escluda neanche l’ipotesi di una negligenza non intenzionale che ha portato a non verificare in maniera accurata le fonti.

I numeri di Litecoin negli ultimi mesi

Negli ultimi tre mesi il Litecoin è stato interessato da un andamento oscillante al pari di molti altri token, sebbene su base trimestrale sia in pareggio dopo i bruschi crolli registrati nel mese di luglio e nella prima settimana di agosto.

Su base mensile la criptovaluta ha perso il 2%, mentre su base settimanale la spinta rialzista di ieri ha contribuito a farle guadagnare lo 0,65%. Rispetto a settembre 2020 Litecoin ha accresciuto il proprio valore in borsa di oltre il 260%.

Argomenti

CAMBIO EURO/FRANCO SVIZZERO

-

-

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.