Alibaba scommette su una start-up per la guida autonoma

Gabriele Stentella

14 Settembre 2021 - 11:44

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il leader cinese dell’e-commerce ha investito 300 Milioni di Dollari in una start-up cantonese operativa nel settore automobilistico. Di chi si tratta e quale innovativo progetto vuole portare sul mercato?

Media cinesi e fonti aziendali hanno confermato i rumors relativi agli investimenti che Alibaba starebbe portando a termine nei confronti di una start-up automobilistica di Shenzhen.

L’azienda in questione si chiama DeepRoute.ai e starebbe sviluppando una serie di soluzioni per la guida autonoma, tecnologia che in occidente è spesso sinonimo di Tesla. In Cina invece sono numerose le case automobilistiche che nell’ultimo anno si sono premurate di investire ingenti somme per la creazione di tali sistemi, seppur non sempre con buoni risultati.

Andiamo a vedere nel dettaglio la notizia e quali altre aziende cinesi stanno progressivamente scommettendo su queste tecnologie.

Alibaba si fa strada nel settore delle auto intelligenti

Gli ultimi periodi non sono stati particolarmente floridi per il colosso dell’e-commerce cinese. Infatti Alibaba ha dovuto fronteggiare da un lato le sanzioni del governo per la violazione delle normative sulla privacy dei clienti, dall’altro il conseguente crollo delle proprie azioni, ormai arrivata a toccare il -40% su base annua e il -20% su base quinquennale. Come se non bastasse, in questi giorni è stata anche riportata la notizia del possibile addio ad Alipay, il sistema di pagamento elettronico che ora farebbe gola al governo di Pechino per la creazione di un sistema di pagamento di stato.

Alla luce di questo non sorprende che l’azienda di Jack Ma voglia diversificare i propri investimenti in un comparto che fino a questo momento aveva sempre ignorato: quello delle autovetture intelligenti.

Il round di finanziamento nei confronti di DeepRoute.ai ha avuto un importo pari a 300 Milioni di Dollari (quasi 2 Miliardi di Yuan), il che rende Alibaba il principale finanziatore della start-up di Shenzhen guidata dal CEO Maxwell Zhou, la quale vanta anche partnership con realtà quali Dongfeng Motors. Come ha spiegato il CEO dell’azienda cantonese, al momento DeepRoute.ai gestisce una piccola flotta di 70 taxi automatici privi di conducente, ma nei prossimi anni si punto a raddoppiarne il numero, dando inoltre la metà in gestione ai partner.

Per il momento la tecnologia sviluppata da DeepRoute.ai è orientata alla creazione di flotte di auto e furgoni aziendali, ma non si esclude che in futuro si possa vendere al migliore offerente (e per cifre miliardarie) questa sua tecnologia.

In Cina si investe sempre più sulla auto a guida autonoma

Come premesso negli ultimi tempi diverse grandi società del Dragone stanno investendo sulle auto a guida autonoma e sulle diverse tecnologie che le numerosi start-up offrono.

Tra i grandi finanziatori di queste nuove realtà economiche figura per esempio DiDi Chuxing, la società considerata l’Uber cinese che nel 2020 ha gestito circa l’88% dei viaggi privati in territorio cinese. Anche il grande motore di ricerca Baidu (equivalente di Google) ha nell’agenda lauti investimenti in molte start-up automobilistiche. Ricordiamo che Baidu sta anche portando avanti un progetto di robotaxi volante chiamato Apollo Moon.

CAMBIO EURO/FRANCO SVIZZERO

-

-

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.