Assicurazione sanitaria obbligatoria: nuove misure per contenere i costi

Mario Morandi

6 Dicembre 2021 - 09:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dal 1° gennaio 2022 entreranno in vigore nuove misure di contenimento dei costi per l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie.

Assicurazione sanitaria obbligatoria: nuove misure per contenere i costi

Contenimento dei costi dell’assicurazione sanitaria obbligatoria: nella seduta del 3 dicembre 2021 il Consiglio federale ha posto in vigore nuove misure per contenere l’aumento dei costi dell’assicurazione obbligatoria delle cure AOMS.

E’ stato anche deciso che in futuro tutti gli assicurati riceveranno una copia delle fatture. Sarà inoltre creata un’Organizzazione nazionale delle tariffe per il settore ambulatoriale, fissando un importo massimo della multa, in caso di sanzioni.

L’obiettivo delle nuove misure

Le nuove misure introdotte dal CF, oltre contenere i costi dei premi assicurativi, si pongono l’obiettivo di garantire ai pazienti un migliore controllo delle fatture: a oggi non c’è questa possibilità, dal momento che gli ospedali quasi sempre non ne inviano copia.

Con le nuove misure i fornitori di prestazioni saranno obbligati a trasmettere copia delle fatture spedite agli assicuratori. La trasmissione potrà avvenire anche con mezzi digitali. Se l’obbligo di legge non verrà rispettato, verranno inflitte sanzioni.

Organizzazione nazionale delle tariffe, cos’è

Nasce l’Organizzazione nazionale delle tariffe, con l’obiettivo di facilitare i negoziati sulle tariffe del settore assicurativo sanitario.

Con la creazione dell’organizzazione si prevede di porre fine alle situazioni di stallo che si sono spesso create nelle trattative di definizione delle tariffe tra fornitori di prestazioni e assicuratori. Queste difficoltà hanno molto spesso impedito l’adeguamento di tariffe obsolete.

Previste altre misure di contenimento dei costi

Saranno proposte in consultazione altre misure di contenimento dei costi, con possibile entrata in vigore nel gennaio 2023. Le misure future riguarderanno in particolare la promozione di importi forfettari nel settore ambulatoriale, la comunicazione dei dati sulle tariffe riguardanti le cure ambulatoriali e la creazione di progetti pilota, finalizzati al contenimento dei costi.