Guerra e inflazione affondano la crescita globale. Indici Kof sotto i 100 punti

Chiara De Carli

10 Maggio 2022 - 15:44

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Per il secondo mese consecutivo, il barometro coincidente rimane al di sotto della media storica di 100 punti, mentre il barometro principale scende ulteriormente dalla media.

Guerra e inflazione affondano la crescita globale. Indici Kof sotto i 100 punti

Guerra in Ucraina, la stretta sui nuovi casi di Coronavirus in Cina e l’inflazione molto elevata a livello mondiale spingono al ribasso i barometri globali per il secondo mese consecutivo. Il barometro coincidente rimane al di sotto della media storica di 100 punti, mentre il barometro principale scende ulteriormente dalla media, riflettendo l’aumento del rischio di un rallentamento più pronunciato in diversi paesi. È quanto emerge dai dati diffusi oggi dall’Istituto economico svizzero Kof.

Rallenta la crescita globale

Il Coincident Global Economic Barometer scende di 5,5 punti a maggio a 93,3 punti, il livello più basso da ottobre dello scorso anno (90,7 punti), mentre il Leading Global Economic Barometer diminuisce di 1,9 punti, a 84,2 punti, il livello più basso da luglio 2020 (72,9 punti ). I risultati di questo mese sono influenzati principalmente dalla regione Asia, Pacifico e Africa, seguita dall’emisfero occidentale.
coincident vs leading

“Sebbene da un livello elevato – commenta Jan-Egbert Sturm , direttore dell’Istituto svizzero economico Kof all’Eth di Zurigo – il barometro coincidente è sceso di quasi 20 punti, o quasi due deviazioni standard, dall’inizio di quest’anno. Parte di questo sta nella natura delle cose: la ripresa dalla pandemia, pur essendo ancora presente, non sta più guadagnando molta forza ed è per definizione temporanea. Tuttavia, stanno avendo il loro impatto anche gli shock causati dalla spinta dei costi all’economia globale causati dai rinnovati problemi della catena di approvvigionamento che emergono in Cina e dall’aumento dei prezzi delle materie prime innescato dalla guerra in Ucraina. In questo contesto, consumatori e produttori stanno diventando sempre più preoccupati per tassi di inflazione più ostinatamente alti del previsto. Per molti siamo in un territorio inesplorato e questo tipo di incertezza è di per sé veleno per l’economia”.

Barometro coincidente – regioni e settori

A maggio, i tre indicatori regionali coincidenti diminuiscono.
regional contributions to the coincident
La regione dell’Asia, del Pacifico e dell’Africa contribuisce negativamente di 2,9 punti (53%) al calo del Barometro globale coincidente. Gli indicatori per l’Europa e l’emisfero occidentale contribuiscono rispettivamente di 1,8 e 0,8 punti (33% e 15%) a questo calo. Il secondo calo consecutivo di tutti e tre gli indicatori regionali conferma il crescente scetticismo sulla crescita economica mondiale.
coincident global barometers - regions
Tutti gli indicatori di settore coincidenti diminuiscono chiaramente questo mese. I cali maggiori provengono dall’edilizia e dallo stato generale dell’economia (valutazioni aggregate di imprese e consumatori), seguiti da industria, servizi e commercio.
coincident global barometers - sectors
Con questo risultato, tutti e cinque gli indicatori di settore sono ora al di sotto della loro media storica di 100 punti.

Leading Barometer – regioni e settori

Il Leading Global Barometer guida il ciclo del tasso di crescita economica mondiale in media da tre a sei mesi.
regional contribution to the leading gl. ec. bar
A maggio, la regione Asia, Pacifico e Africa e l’emisfero occidentale contribuiscono negativamente al risultato dell’indicatore globale, rispettivamente con -3,2 e -1,9 punti, mentre l’Europa si muove in direzione opposta con un contributo positivo di 3,2 punti.
leading global barometers regions
Il risultato suggerisce che le aspettative di crescita per i prossimi mesi sono state fortemente riviste nelle prime due regioni, a causa delle risposte al COVID-19 in Cina e forse a causa della politica monetaria più restrittiva negli Stati Uniti per contenere l’avanzata dell’inflazione. L’indicatore regionale per l’Europa recupera metà delle perdite del mese precedente a causa dello scoppio della guerra tra Russia e Ucraina.
A maggio 2022 si registra un calo in tre dei cinque settori degli indicatori principali. Il calo maggiore deriva dall’indicatore dello stato generale dell’Economia (valutazioni aggregate di imprese e consumatori), seguito da Servizi e Industria.
In direzione opposta, le Costruzioni salgono di oltre 6 punti e il Commercio mostra un leggero aumento per il mese. Il risultato suggerisce che il peggioramento globale dell’inflazione è motivo di preoccupazione tra i consumatori e le imprese, oltre ai problemi esistenti nelle filiere industriali in vari paesi, che si stanno estendendo dal conflitto in Europa e dalle reazioni agli sviluppi della pandemia in Cina.

CAMBIO EURO/FRANCO SVIZZERO

-

-

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.