Cercasi pizzaioli nei ristoranti svizzeri: si guarda soprattutto all’Italia

Mario Morandi

14/12/2021

14/12/2021 - 14:04

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Carenza di manodopera specializzata nelle pizzerie svizzere dopo l’arrivo della pandemia.

Cercasi pizzaioli nei ristoranti svizzeri: si guarda soprattutto all'Italia

Riaprire dopo la pandemia è stato difficile anche per le pizzerie svizzere. Dopo lunghi mesi di chiusura, la carenza di personale qualificato in molti esercizi si è fatta sentire.
Durante il lockdown, molti italiani sono tornati nel loro paese d’origine. Per questa ragione ora i ristoranti sono alla ricerca di nuovi pizzaioli.

Carenza di personale

Per alcune pizzerie svizzere è diventato difficile rimpiazzare il personale specializzato. Della situazione se ne è occupato anche il giornale nazionale Blick , che sul tema ha dedicato un’inchiesta.

Pizza napoletana

La pizza napoletana è un’eccellenza conosciuta in tutto il mondo. I suoi segreti sono un impasto molto idratato, che lievita in tempi lunghi e una cottura ad alte temperature (sopra i 400 gradi), per un tempo brevissimo: la pizza napoletana cuoce in circa un minuto.
Negli ultimi anni, in Svizzera e in altri Paesi c’è stato un grande entusiasmo per questo prodotto: con la crescita della domanda, gli esercenti della Confederazione hanno bisogno di personale qualificato, specialmente dopo la fuga dei pizzaioli italiani causata dalla pandemia.

Formazione e compensi

Il Canton Ticino è pioniere nella promozione della cultura della pizza: in Ticino ci sono corsi che preparano in modo professionale gli aspiranti pizzaioli, rispettando i moderni parametri gastronomici e le disposizioni vigenti in materia di igiene. E il mercato non aspetta altro. Basta interpellare Google con la semplice query “cerco lavoro come pizzaiolo” per vedere subito comparire schermate zeppe di offerte con salari minimi che variano dai 3.500 ai 5.000 franchi al mese.