Candlestick: cosa sono e come si leggono le candele giapponesi dei grafici?

Claudia Mustillo

17 Maggio 2021 - 12:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il grafico a candele giapponesi è uno degli strumenti più diffusi nel mondo dei mercati finanziari. Il suo vantaggio principale è quello di indicare con una sola candela quattro informazioni: apertura, chiusura e le due ombre. Come si leggono i candlestick?

Candlestick: cosa sono e come si leggono le candele giapponesi dei grafici?

Il grafico a candele giapponesi, conosciuto anche come Candlestick, è uno dei più diffusi nel mondo dei mercati finanziari. Il vantaggio principale di questo strumento è che permette, in un solo grafico, di evidenziare il prezzo di apertura, di chiusura, il massimo e il minimo raggiunto in ogni seduta o periodo, anche su intervalli brevi.

La rappresentazione delle candele giapponesi è molto utilizzata nell’analisi tecnica e ha origini lontane: veniva utilizzata già intorno al 1600 dai commercianti giapponesi, che la utilizzavano appunto per cercare di prevedere gli andamenti del mercato del riso.

Come funziona il grafico a candele?

Come anticipato i grafici a candele giapponesi hanno alcune caratteristiche fondamentali che li rendono uno strumento di analisi utili e potentissimo. Ecco una rappresentazione tipica di un grafico candlestick:
Candela Giapponese

Ogni candela può presentarsi in modi differenti, con delle piccole variazioni che consentono quindi di fare diversi tipi di analisi. Nell’immagine le due basi del rettangolo (inferiore e superiore) indicano i prezzi di apertura e chiusura, mentre le due ombre - ovvero le linee che si trovano sopra e sotto - indicano il massimo e il minimo raggiunto nella seduta o nella porzione di tempo presa in esame. Infine, il colore della candela indica se la seduta si è conclusa al rialzo o al ribasso. Nella notazione tradizionale il bianco indicava la seduta conclusa al rialzo e il nero a ribasso, oggi la maggior parte dei grafici utilizza rispettivamente il verde e il rosso.

Come si leggono i grafici candlestick?

Abbiamo visto come ogni grafico a candela fornisca quattro informazioni: prezzo di apertura, chiusura e le due ombre. Le due ombre in particolare indicano quanto il titolo sia variabile. Anche l’altezza della candela, però, ha un significato; questa infatti indica la variazione di prezzo.

Ad esempio un’altezza molto piccola della candela, con ombre molto lunghe indica - nella maggior parte dei casi - che il mercato è fermo; mentre candele molto alte con ombre corte indicano normalmente un mercato più stabile.

Come capire le tendenze dei grafici?

Nel corso degli anni, dal momento che lo strumento di analisi è molto antico, sono state identificate una serie di pattern di prezzo per analizzare le tendenze al rialzo o al ribasso dei grafici.

  • I tre soldati bianchi: quando dopo una fase ribassista, il grafico presenta tre candele bianche - quindi al rialzo - in successione e ciascuna con un prezzo di apertura inferiore a quello di chiusura precedente siamo in presenza di un segnale di inversione rialzista.
  • I tre corvi neri: è il segnale di inversione ribassista dopo una fase di rialzo. Siamo in presenza di tre candele nere - o rosse - in successione e ciascuna con prezzo di apertura e chiusura inferiore al precedente.
  • Stella del mattino: ampia candela ribassista - rossa o nera- seguita da una piccola candela con una grande ombra rialzista, seguita ancora da una grande candela -verde o bianca- rialzista. Questa figura solitamente è un segnale rialzista molto forte.
CAMBIO EURO/FRANCO SVIZZERO

-

-

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.