Il salario minimo è salvo: respinti tutti i ricorsi

Redazione

16 Novembre 2021 - 17:10

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dal 1° dicembre 2021 dunque, la legge sarà applicata come era stato proposto dal Consiglio di Stato.

Il salario minimo è salvo: respinti tutti i ricorsi

Il Tribunale federale ha approvato la legge sul salario minimo, chiudendo ogni possibilità ai ricorsi che si opponevano a questa disposizione. Le motivazioni non sono ancora disponibili.

Dal 1° dicembre 2021 dunque, la legge sarà applicata come era stato proposto dal Consiglio di Stato.

Il salario minimo cantonale ha come oggetto il salario orario minimo lordo e ammonta al 55% della mediana salariale nazionale, differenziato per settore economico.
L’appartenenza ad un settore economico è determinata dal codice NOGA, che è attribuito all’azienda dall’Ufficio federale di statistica (UST).

La legge prevede dei termini di attuazione provvisori prima dell’entrata in vigore delle soglie definitive.
L’evoluzione delle soglie inferiori e superiori di salario minimo stabilita dalla legge è la seguente:
Fase 1 da attuare entro il 31 dicembre 2021:
soglia inferiore fr. 19.00 / soglia superiore fr. 19.50
Fase 2 da attuare entro il 31 dicembre 2023:
soglia inferiore fr. 19.50 / soglia superiore fr. 20.00
Fase 3 da attuare entro il 31 dicembre 2024:
soglia inferiore fr. 19.75 / soglia superiore fr. 20.25
Una volta esauriti i termini di attuazione (fase transitoria) previsti dalla legge, il salario minimo cantonale sarà compreso in un intervallo tra fr. 19.75 (soglia inferiore) e fr. 20.25 (soglia superiore).

Argomenti