Logistica delle merci: la Posta investe su infrastrutture e servizi

Redazione

10 Gennaio 2022 - 14:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Johannes Cramer, responsabile Servizi logistici presso la Posta: "Continueremo ad ampliare la gamma di servizi logistici e di sdoganamento per i nostri clienti commerciali, anche transfrontalieri".

Logistica delle merci: la Posta investe su infrastrutture e servizi

A fine anno la Posta aveva annunciato la cessione di un’importante ramo di azienda.
A inizio 2022 giunge puntuale il rilancio e conferma di aver rilevato tre nuove aziende.
La prima è Stella Brandenberger Transport AG: un’azienda familiare con sede a Pratteln e un organico composto da 77 collaboratrici e collaboratori, specializzata nel trasporto nazionale di container per il trasporto marittimo.

Partner logistico affidabile

Con questa acquisizione, la Posta amplia le sue risorse in un ambito economico centrale per il nostro Paese rafforzando il suo ruolo di partner logistico affidabile per molte PMI svizzere. Inoltre, la Posta ha consolidato la sua presenza nel Baden-Württemberg: il 1º gennaio 2022 ha infatti acquisito Hugger GmbH con sede ad Aldingen (Germania), un’impresa di spedizioni con organico di 217 persone attiva nel trasporto di merci su strada. Al contempo, ha rilevato delle quote di Logistic Center Villingen GmbH (LCV) con sede a Villingen-Schwenningen (Germania), un’azienda che conta 12 collaboratrici e collaboratori e opera nel campo dei servizi di stoccaggio.

Squadra che vince non si cambia

Le tre aziende continueranno a presentarsi verso l’esterno allo stesso modo e non cambieranno le condizioni di lavoro del personale. Le collaboratrici e i collaboratori risulteranno ancora assunti dal loro rispettivo datore di lavoro e sono stati informati in merito ai nuovi rapporti di proprietà. Inglobando Hugger e LCV, la Posta rafforza ulteriormente la sua società affiliata Bächle Logistics GmbH di Villingen-Schwenningen. Le attività operative di entrambe le aziende vengono infatti trasferite a Bächle Logistics che è di proprietà della Posta svizzera dal 2018.

Soluzioni logistiche dalla A alla Z

«I crescenti flussi di merci, dovuti soprattutto al commercio online, non tengono conto dei confini nazionali, ma delle esigenze della clientela e dell’ubicazione dei siti di produzione», ha spiegato Johannes Cramer, responsabile Servizi logistici presso la Posta. «Ed è per questo che continueremo ad ampliare la gamma di servizi logistici e di sdoganamento per i nostri clienti commerciali, anche transfrontalieri».

Infrastrutture e servizi

La Posta quindi da un lato sta investendo nelle sue infrastrutture, ad esempio nell’ambito della spartizione dei pacchi. Dall’altro, acquisisce in modo mirato aziende o parti di aziende che siano legate ai suoi servizi o valorizzano la realtà postale portando nuove tecnologie e know-how.
Nel corso del 2021 la Posta ha già acquisito le quote di quattro società di spedizioni al fine di ampliare la sua rete logistica nel traffico transfrontaliero di merci. Il 1º aprile 2021 ha rilevato la Ost-West Cargo GmbH con sede a Stoccarda iniziando a consolidare la sua presenza nella Germania meridionale e rafforzando soprattutto la sua società affiliata Bächle Logistics. Si sono poi aggiunte le aziende di trasporto Iemoli SA con sede a Balerna e Como (Italia), Otto Schmidt SA con sede a Basilea e InTraLog Hermes AG con sede a Pratteln.