Campione non ti temo. Continua a girare la fortuna al casinò di Lugano

Chiara De Carli

6 Maggio 2022 - 15:45

condividi
Facebook
twitter whatsapp

A confermare l’andamento in positivo di questo primo quadrimestre Emanuele Stauffer, presidente del cda della casa luganase.

Campione non ti temo. Continua a girare la fortuna al casinò di Lugano

La riapertura del casinò di Campione d’Italia avvenuta solamente qualche mese fa aveva destato qualche preoccupazione per il casinò di Lugano. Tuttavia il timore di una diminuzione della clientela è già scemato, sì perché fino ad ora non sembra aver avuto un grande impatto. Così la casa da gioco, che si affaccia sulle acque del Ceresio e che controlla da lontano la sua avversaria nella piccola exclave italiana, può continuare a far girare le roulette senza troppi pensieri.

Conferma dal casinò

A confermare l’andamento in positivo di questo primo quadrimestre Emanuele Stauffer, presidente del cda della casa luganase ai microfoni della Rsi che descrive «l’impatto inferiore a quello che temevamo. Sicuramente abbiamo di nuovo un vecchio concorrente dall’altra parte del lago, però il nostro casinò ha dimostrato di essere in grado di fidelizzare la clientela arrivata dopo la chiusura di Campione. Eravamo molto preoccupati perché comunque Campione aveva una clientela molto importante, cifre importanti ed era un casinò prestigioso e quindi comunque l’apertura di una nuova struttura significa novità e desiderio della clientela di scoprire qualcosa di nuovo».

Importanza dei servizi

Ogni casinò fidelizza la propria clientela e il ritorno sulla piazza di Campione non fa vacillare la fortuna a Lugano. «Un casinò offre un servizio – spiega Stauffe – un prodotto e un divertimento, quindi un casinò dev’essere semplicemente capace di attrarre la propria clientela e di fidelizzarla, come? Attraverso l’offerta di gioco, l’accoglienza, l’ambiente e il servizio in generale».

Gioco online

Inoltre il casinò di Lugano da un anno a questa parte ha sfoderato un altro asso dalla manica con il gioco online. Con questa licenza si è aggiunto alle altre undici sale da gioco in tutta la Svizzera.
«Il gioco online – conclude Stauffer alla Rsi – bisogna considerarlo come un casinò nel casinò. È un’altra clientela e sono altre dinamiche e quindi non ha nessuna rilevanza per quello che è l’andamento della casa da gioco. Oggi è una start up per cui come ogni start up è un’attività che deve decollare e quindi ha dei risultati ancora negativi. Ma per il futuro si spera che sia una risorsa anche per tutta la casa da gioco».