Mobilità sostenibile al centro della Giornata Digitale di Lugano

Laura Bordoli

11 Novembre 2021 - 17:01

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Attenzione al cittadino e introduzione di soluzioni innovative sono i punti chiave su cui si costruirà la sostenibilità della mobilità a Lugano.

Mobilità sostenibile al centro della Giornata Digitale di Lugano

Sempre più svizzeri guardano con ottimismo alla svolta "green" in molti settori.
Quello dei trasporti, con il potenziamento della mobilità sostenibile, è stato tema chiave dell’edizione 2021 della Giornata Digitale di Lugano.

Dall’evento “Quale futuro digitale nella mobilità?” che si è svolto mercoledì 10 novembre è emerso l’ottimismo dei cittadini di Lugano verso il trasporto sostenibile. Una opportunità da incentivare dalla città che, come testimoniato an he dalla recente creazione di 3Achain, si dimostra essere in prima linea nell’innovazione.

Nel raggiungimento di una piena mobilità sostenibile, l’attenzione al cittadino e l’introduzione di soluzioni innovative risultano i punti fondamentali.

Lugano: una città verde

A Lugano, l’idea è quella di creare un sistema di trasporti efficiente che integri la navigazione, la ferrovia e il trasporto pubblico su gomma, oltre alla bicicletta.

Intervistati da Deloitte, una delle Big Four di consulenza e revisione, i cittadini hanno espresso il desiderio di vedere le strade della città più libere e il 76% degli intervistati è a favore del trasporto sostenibile e considera questo tipo di mobilità un’opportunità che deve essere incentivata in primis dai datori di lavoro.

Durante la conferenza sono state affrontate anche le perplessità degli abitanti riguardanti il tema e le alternative pensate per loro. Dal confronto è emersa la necessità di realizzare un focus sui bisogni del cittadino e l’introduzione di soluzioni innovative.

Attenzione al cittadino

Come ha affermato Andrea Prati, CEO di AIL (Aziende Industriali di Lugano) durante il suo intervento, “così come avviene per i prodotti aziendali, anche i servizi pubblici devono essere sviluppati con e per il cliente, che, in questo caso, è il cittadino”.

La creazione di condizioni favorevoli atte a implementare soluzioni sostenibili grazie all’ascolto degli abitanti deve essere l’obiettivo della città di Lugano.

Secondo i recenti sondaggi, i bisogni dei luganesi su cui porre l’attenzione sono essenzialmente due.
In primo luogo, il potenziamento del trasporto pubblico con l’introduzione di un sistema tariffario adeguato alla disponibilità economica del cittadino e delle imprese.

In seconda battuta, l’adeguamento delle ricariche elettriche con una maggiore diffusione delle stazioni per auto, oltre a una riduzione del costo della ricarica.

Progetto 2035: soluzione innovativa allo smistamento delle batterie

Uno degli interrogativi che caratterizza il pensiero dei cittadini di Lugano sul trasporto sostenibile riguarda lo smistamento delle batterie al litio una volta giunte a fine ciclo. Un tema - questo - che attende di essere approfondito anche a livello globale.

Agostino Ferrazzini, presidente della Società Navigazione Lago di Lugano, ha proposto una soluzione, delineata durante la spiegazione del Progetto 2035 che ha come obiettivo l’elettrificazione di tutti i natanti del lago entro il 2035.
La prima imbarcazione completamente elettrica, la motonave Ceresio, è già entrata in funzione, raggiungendo il primo traguardo di una tonnellata di CO2 risparmiata.

Dopo dieci anni le batterie al litio saranno riutilizzate, componendo una grande batteria costruita in riva al lago, per alimentare bus, motoscafi, biciclette e monopattini.

Questa rappresenta un esempio di unione tra lago, città e cittadini privati, oltre a un modello da imitare per il raggiungimento della de-carbonizzazione.

Come dimostrato dall’impegno della città e dei partner locali, la realizzazione di una piena mobilità sostenibile è fondamentale per Lugano. Questo obiettivo potrà essere raggiunto tramite l’unione di digitalizzazione e infrastrutture, l’ascolto del cittadino e la responsabilità di ciascuno.