In Ticino un nuovo decesso per COVID e 58 nuovi positivi

Gabriele Stentella

13 Settembre 2021 - 13:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

In Ticino si è arrivati a quota 1.000 decessi per COVID-19 da inizio pandemia. Nel fine settimana sono stati 58 i nuovi contagi, ma la situazione non è in peggioramento.

Nelle ultime 72 ore sono stati 58 i nuovi contagi da SARS-CoV-2 accertati in Ticino. Questo dato sembrerebbe non sorprendere più di tanto gli esperti, dato che risulta in linea con quanto osservato nel corso delle ultime due settimane.

Sul fronte delle ospedalizzazioni la situazione sembra stazionaria. Andiamo a vedere qual è la situazione epidemiologica nel cuore della Svizzera Italofona e i numeri della vaccinazione e dei contagi a livello nazionale.

Ticino: nuovo decesso accertato, ricoveri stabili

Come premesso nel paragrafo introduttivo, sono stati 58 i casi accertati di contagio nel fine settimana, circa 7 in meno su base settimanale. Infatti lo scorso weekend il dato era pari a 65, mentre il venerdì precedente i nuovi positivi erano stati 23. Sono pertanto 35.679 i ticinesi risultati positivi al virus da inizio pandemia.

Sul fronte dei decessi per COVID-19 si registra invece un nuovo aggiornamento che spinge il dato complessivo a quota 1.000. Sulla base di quanto riportato dalle autorità si tratterebbe di un ospite della casa di riposo Casa Serena di Lugano, le cui generalità sono rimaste ovviamente celate nel rispetto dei famigliari. Il tasso di mortalità complessivo nel Canton Ticino cala ancora sotto il 2,803%.

Le ospedalizzazioni rimangono stabili a quota 27, anche se nelle ultime 72 ore si sono registrate due dimissioni dai reparti di terapia intensiva.

Fino a questo momento sono poco più di 199.000 i ticinesi vaccinati con doppia dose di vaccino Pfizer o Moderna, pari dunque al 56,6% della popolazione in base all’ultimo aggiornamento presentato in data 10 settembre. Le somministrazioni complessive sono state più di 423.700.

In Svizzera meno del 60% dei cittadini ha ricevuto la prima dose

Sul fronte della vaccinazione la Svizzera presenta ancora livelli troppo bassi se paragonati con quelli dei paesi confinanti. Infatti stando all’ultimo aggiornamento in data 10 settembre, solamente il 59,5% degli svizzeri ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre solo solo il 52,5% i vaccinati con doppia dose.

Tra il 27 agosto e il 9 settembre si sono registrate oltre 35.000 ospedalizzazioni legate al coronavirus, mentre i decessi complessivi accertati nello stesso periodo temporale sono stati 85. L’incidenza maggiore l’ha registrata il Canton Berna, con quasi 2,61 decessi ogni 100.000 abitanti.

Tra le varianti del SARS-CoV-2 la Delta è ormai la prevalente in Svizzera, con un’incidenza superiore al 98% nei nuovi casi di positività. Nel restante 2% dei casi si sono rilevate altre varianti VOC (Alfa, Beta, Gamma) e altri lignaggi di varianti classificate come VOI o ancora oggetto di studi.