Certificato Vaccinale: non richiesto in Svizzera sui mezzi pubblici

Mario Morandi

08/10/2021

08/10/2021 - 16:37

condividi
Facebook
twitter whatsapp

In Svizzera non è necessario esibire il Certificato Vaccinale per accedere ai mezzi pubblici: questa la decisione annunciata dal Consiglio Federale

Certificato Vaccinale: non richiesto in Svizzera sui mezzi pubblici

A partire dallo scorso 13 Settembre, tutte le persone che avranno compiuto i 16 anni di età, dovranno disporre di un Certificato Covid, da esibire per l’accesso alle aree interne di ristoranti, strutture ricreative e culturali, e ancora eventi al chiuso. L’obbligo di esibizione del certificato vaccinale o Green Pass non è invece stato esteso per l’accesso ai mezzi pubblici.

Situazione Covid in Svizzera: ancora troppo pochi i vaccinati

Nonostante la recente decisione del Consiglio Federale di permettere il libero accesso ai mezzi pubblici, senza la necessità di esibire il Certificato Vaccinale, la situazione negli ospedali svizzeri legata alle infezioni da Covid 19 risulta ancora tesa. Alcuni Cantoni della Confederazione hanno infatti dovuto disporre il rinvio di alcuni interventi chirurgici, anche particolarmente importanti e rilevanti.

Secondo gli ultimi dati raccolti, la percentuale delle persone non immunizzate in Svizzera è ancora elevata. Il ritmo della campagna vaccinale è in lieve crescita, ma ancora non sufficiente, secondo il responsabile del Dipartimento Federale dell’interno, Berset.

Aggiornamento delle disposizioni previsto per il prossimo 24 Gennaio 2022

Le recenti misure adottate in materia di esibizione di Certificato Vaccinale, potranno essere tuttavia revocate in anticipo, nel caso la pressione a carico degli ospedali dovesse attenuarsi.

Ad oggi le misure disposte dal Consiglio Federale sono limitate alla data del 24 Gennaio 2022.

Esibizione Certificato Vaccinale: eccezioni

Sempre in riferimento alle recenti disposizioni del Consiglio Federale relative alla presentazione di Certificato Covid per l’accesso agli spazi chiusi, oltre ai trasporti pubblici, un’eccezione è rappresentata dalle funzioni religiose e dalle manifestazioni politiche, fino ad un massimo di 50 persone partecipanti.

Per quanto riguarda invece gli eventi e le manifestazioni all’aperto, continueranno a rimanere attive le normative vigenti, ovvero:

  • Obbligo di presentazione del Certificato Vaccinale per eventi e manifestazioni con un numero superiore alle 1000 persone presenti
  • Piena libertà di scelta da parte degli organizzatori dell’evento, se richiedere Certificato Vaccinale o meno, per eventi e manifestazioni di minori dimensioni